Comune di Mozzo

Proposte Giovani Expo 2013

Abbiamo raccolto qui le proposte che sono state preparate da alcuni giovani in occasione di Mozzo Expo 2013 ed esposte in sala Consiliare per alcuni giorni

RIPENSARE LO SPAZIO PUBBLICO 
Le riflessioni proposte pongono l'attenzione su alcuni temi di architettura a scala del territorio in merito a determinate aree del comune di Mozzo individuate come problematiche sotto diversi punti di vista. Una certa rilevanza è posta nei confronti dell'area denominata "Tombotto", scenario di degrado sociale e ambientale, ma uno spazio baricentrico al territorio dotato di potenzialità e opportunità da riconoscere e valorizzare.
Il filo conduttore che lega riflessioni e progetti è la qualità urbana, principio nonchè obiettivo centrale e fondante degli ultimi anni in termini di fare città capace di garantire una rinascita dello spazio pubblico in termini di socialità, senso di appartenenza e carattere dei luoghi.
 
1 | MOZZO COM'È.  Mappatura dei punti di forza (colore blu) e di debolezza (colore rosso) sul territorio individuando così le minacce e i problemi, ma anche le opportunità che esso fornisce. Alcune di queste sono sviluppate nei pannelli successivi.
 
2 | MOZZO SECONDO NOI.  Partendo da riflessioni che tengano conto di una visione d'insieme si configura il progetto della mobilità sostenibile: due assi che attraversino il territorio di Mozzo garantendo un collegamento pedonale e ciclabile veloce e sicuro e che uniscano spazi della collettività esistenti e da riqualificare.
 
3 | URBAN CENTER.  L'area che costituisce il nodo punto di snodo dei due assi della mobilità sostenibile concepita progettualmente come una piazza dedicata all'incontro, alla socializzazione e alla creazione di relazioni. Su di essa si affacciano funzioni quali la palestra e la struttura del centro sociale dotata di grandi potenzialità attrattive da riscoprire.
 
4 | IL NUOVO TOMBOTTO.  Risposta alle indicazioni del PTCP (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale) che predispone nel territorio di Mozzo in prossimità dell'area Tombotto una stazione della linea metrotramviaria a scala locale. Una funzione urbana catalizzatrice dello sviluppo urbano dell'area oggi in degrado, supportata da altre funzioni quali attività commerciali e lavorative (bar, centro del riuso, attività agricola) che incrementino il numero di utenti dell'area; far vivere lo spazio pubblico per eliminare il degrado incrementando la sicurezza.
 
5 | ALTRA FACCIA DELLA MOBILITA'.  Ripensare via Piatti, asse importante della mobilità veicolare caratterizzato da numerosi problemi: considerazione della via come mero asse stradale trascurando le nascoste opportunità di socializzazione; configurazione stradale pericolosa per intersezioni con scarsa visibilità, parcheggi spesso selvaggi ed eccessiva velocità dei mezzi che la percorrono a discapito della sicurezza. Si propone quindi un triplice intervento localizzato in corrispondenza degli esercizi commerciali presenti nella via realizzando tre piazze semicircolari che invadono la spazio riservato alle automobili interrompendone la linearità, segnando l'equivalenza tra pedoni, cicli e auto quali utenti della città. Un intervento che incrementi la sicurezza, generi occasioni per lo sviluppo della socialità, rivitalizzi gli esercizi di vicinato e dia un'idea di uno spazio pubblico di tutti.